Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Violenza sessuale in Gae Aulenti (Milano), De Corato: "Torni il presidio dei militari"

La nota dell'assessore regionale

"La polizia di Stato, alla quale va il mio ringraziamento, ha arrestato un 23enne italiano di origini egiziane individuato come il presunto responsabile della violenza sessuale avvenuta un mese fa nei pressi di Piazza Gae Aulenti ai danni di una donna di 34 anni. Purtroppo, però, nessun arresto ridarà la serenità a questa donna, vittima di un reato che si poteva prevenire con la presenza fissa sul posto dei militari in servizio preventivo".

Lo scrive in una nota Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza, dopo l'arresto 23enne accusato di stupro.

"Una riflessione è d’obbligo: tutta la zona che va dalla movida dei locali di Corso Como fino a Piazza Aulenti e Porta Nuova è ormai diventata una terra franca dove avviene di tutto. Le cronache registrano lo spaccio di droga davanti ai locali, gli episodi di aggressioni e violenze, in particolar modo nei confronti delle donne. E’ del tutto evidente che serve un presidio dei militari che svolga una funzione di prevenzione e deterrenza di questo genere di reati. Nel 2009, il centrodestra che governava Milano lancio l’operazione “Strade sicure”: avevamo una pattuglia di militari fissa in quella zona che portò, secondo i dati ufficiali della Questura, a un calo di reati del 40%", conclude De Corato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale in Gae Aulenti (Milano), De Corato: "Torni il presidio dei militari"

MilanoToday è in caricamento