Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

La Russa toglie 350 militari a Milano. Pisapia: "Vendetta elettorale"

Il ministro ha annunciato che trasferirà 350 uomini dell'esercito da Milano ad alcuni litorali affollati per la stagione estiva

Dopo un tira e molla durato qualche settimana, sembra che il ministro della difesa Ignazio La Russa abbia deciso: toglierà 350 militari (tra quelli che pattugliano le strade di Milano nell'ambito dell'operazione "strade sicure") per destinarli a località turistiche marittime. "Il sindaco Pisapia - ha detto La Russa - si è involontariamente adoperato per rendere felici i vacanzieri, ma non credo abbia reso felici i milanesi".

Ecco le province (peraltro frequentate anche da milanesi in vacanza!) in cui i militari saranno destinati: al nord Brescia (i laghi), Venezia (il Lido), Udine (Lignano Sabbiadoro) e Rimini. Al centro i litorali delle province di Pesaro, Ancona, Pescara e Roma. Al sud quelli di Brindisi, Taranto, Lecce (Gallipoli e Otranto), Salerno (la costiera amalfitana), Catania e Palermo. "Giuliano Pisapia è riuscito a far togliere i militari da 34 presidi a Milano": questo il commento dell'ex vicesindaco ed ex assessore alla sicurezza Riccardo De Corato, ora vicepresidente del consiglio comunale. Secondo l'esponente del Pdl, resteranno sguarnite via Padova e la Stazione Centrale.

Di tutt'altro tenore la reazione del sindaco Pisapia. "Il ministro La Russa - commenta il sindaco - non ha ancora digerito la sconfitta elettorale a Milano e questa decisione è la sua vendetta politica". Continua: "Il governo ha il compito di garantire la sicurezza come io ho sempre chiesto. Lui invece non ha ancora capito la differenza tra l'esercito che deve garantire la pace e le forze dell'ordine che hanno invece il compito di salvaguardare la sicurezza dei cittadini". Pisapia conclude chiedendo che il governo per prima cosa reintegri gli organici mancanti nelle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russa toglie 350 militari a Milano. Pisapia: "Vendetta elettorale"

MilanoToday è in caricamento