menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Minacce alla consigliera di Fdi: "Vorremmo solo vederti morta dopo mesi di sofferenza"

Sono le frasi contenute nella lettera minatoria ricevuta dalla consigliera regionale lombarda pro-caccia Barbara Mazzali, esponente di Fratelli d'Italia

 "Vorremmo solo vederti morta dopo mesi di sofferenze, saperti sotto terra mangiata dai vermi". Sono le frasi contenute nella lettera minatoria ricevuta dalla consigliera regionale lombarda pro-caccia Barbara Mazzali, esponente di Fratelli d'Italia.

"Tutto questo - denuncia la stessa Mazzali in una nota - in una pagina piena di insulti, in prevalenza a sfondo sessuale con dettagli raccapriccianti e sessisti. Vengo attaccata in quanto 'viscida schifosa' amica dei 'bastardi cacciatori' e con l'augurio 'muori!'".

Le minacce arrivano da Milano

Il timbro postale della lettera, riferisce Mazzali, è di Roserio (Milano) e la data è del 3 dicembre 2019. "Mi sono rivolta al Questore - spiega la consigliera mantovana - nella convinzione che tutte le violenze, soprattutto quelle contro le donne, vadano sempre denunciate. Solidarietà è stata espressa dall'europarlamentare Carlo Fidanza e dall'assessore lombardo alla Sicurezza Riccardo De Corato, entrambi di Fdi. "Piena solidarietà" a Mazzali anche dal gruppo regionale del M5S.   

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha definito "molto preoccupanti le minacce di morte" rivolte alla consigliera regionale Barbara Mazzali. A lei, ha aggiunto, "va tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza". "Confido che la dialettica politica, anche se aspra - è il suo auspicio -, abbia sempre di più il sopravvento sulle degenerazioni che poco hanno a che fare con una società civile e democratica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento