rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Minacce di morte a Di Maio su Telegram: milanese nei guai

L'uomo, 46 anni, è stato perquisito dai carabinieri di Roma

Da Telegram alla realtà. Due uomini - un 46enne milanese e un 48enne della provincia di Siracusa - sono finiti nei guai dopo aver indirizzato delle minacce di morte al ministro degli esteri, Luigi Di Maio. Nelle scorse ore, su delega della procura di Roma, i carabinieri della Capitale hanno infatti perquisito gli appartamenti dei due, sequestrando i cellulari che verosimilmente sono stati utilizzati per pubblicare le offese e i messaggi sulle chat Telegram. 

Il 46enne e il 48enne, stando a quanto ricostruito dai militari, avevano iniziato a mettere nel mirino il titolare degli Esteri dopo che si era espresso a favore delle politiche di sostegno al popolo ucraino subito dopo l'invasione della Russia. 

Gli indagati, sottolineano dall'Arma in una nota, non apparterrebbero comunque a nessuna frangia estrimista. Sono ancora in corso accertamenti per identificare gli autori delle altre minacce di morte pubblicate sui social network indirizzate sempre a Di Maio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte a Di Maio su Telegram: milanese nei guai

MilanoToday è in caricamento