rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca Corsico

Il netturbino (pieno di debiti) che minaccia gli imprenditori: "30mila euro o ti ammazzo"

L'uomo, un 59enne italiano, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentata estorsione

Quattro telefonate in un paio di settimane. Tutte con lo stesso tono. Tutte per lo stesso motivo: chiedere, pretendere soldi. Un uomo di 59 anni, un italiano con un vecchio precedente per insolvenza fraudolenta, è stato arrestato nei giorni scorsi a Corsico in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di tentata estorsione. Il 59enne, dipendente della società che si occupa della raccolta rifiuti nel comune del Milanese, è accusato di aver minacciato due imprenditori per avere del denaro. 

A incastrarlo sono stati i carabinieri, che hanno iniziato a indagare a fine aprile, quando una delle vittime - il titolare di un forno - ha presentato denuncia ai militari. L'uomo ha raccontato di essere stato contattato via telefono da qualcuno che gli aveva chiesto 30mila euro "altrimenti ti ammazzo". Scaduto il primo "termine", l'estorsore è tornato alla carica, con l'imprenditore che si è comunque sempre rifiutato di pagare. A quel punto - stando alle indagini -, il 59enne avrebbe telefonato al proprietario di una società che tratta legna minacciandolo di dar fuoco all'azienda se non gli avesse dato 10mila euro. Anche qui identico copione: due telefonate, sempre da un numero sconosciuto. 

Proprio partendo dal cellulare, però, i militari sono riusciti a risalire all'operatore ecologico, che tra l'altro conosceva le due vittime grazie al suo lavoro in paese. Senza sapere di essere intercettato, il 59enne ha fatto una delle telefonate dalla sua auto, con i carabinieri che lo hanno ascoltato praticamente in diretta. A quel punto il Gip Tommaso Perna ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare, che è stata eseguita con urgenza. 

Nel passato dell'uomo non ci sono grandi precedenti né risulta che abbia contatti con la criminalità organizzata, ma è verosimile - secondo le ipotesi investigative - che abbia iniziato a cercare di estorcere del denaro per far fronte a una situazione debitoria diventata via via insostenibile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il netturbino (pieno di debiti) che minaccia gli imprenditori: "30mila euro o ti ammazzo"

MilanoToday è in caricamento