menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Stefano Bolognini

Foto Stefano Bolognini

Milano, sopralluogo della Lega al campo rom di via Negrotto: «Minacciati dagli abitanti»

La testimonianza di Stefano Bolognini, commissario cittadino della Lega a Milano, durante e dopo la visita al campo rom

«Durante un sopralluogo del tutto legittimo, i nomadi di Via Negrotto ci hanno minacciato e hanno cercato di aggredirci». Lo denuncia via social network Stefano Bolognini, assessore regionale e commissario cittadino della Lega a Milano, dopo il sopralluogo di sabato mattina al campo in zona Villapizzone.

«Mentre camminavo all'interno del campo nomadi, insieme al capogruppo della Lega nel Municipio 8 Enrico Salerani e ad alcuni cittadini, almeno una ventina di nomadi ci hanno circondato e ci hanno ripetutamente minacciato. Solo la presenza della polizia, che ringrazio per la professionalità dimostrata, ha evitato il peggio».

«Questo campo nomadi - prosegue l'esponente leghista - è un centro di illegalità e i suoi abitanti vivono in sfregio alle istituzioni e alle leggi: questa situazione di grave degrado è ormai evidente a tutti e la città non può più tollerarla. Il quartiere vive ostaggio dei nomadi, lo ribadisco, il campo va chiuso. Lunedì - conclude Bolognini - inviterò il sindaco Beppe Sala a effettuare un sopralluogo insieme a me per vedere con i suoi occhi la situazione».

Durante il sopralluogo, in una diretta Facebook, Bolognini ha raccontato che «da questo campo rom, dove sono stati trovati cavi di rame rubati e un kalashnikov, sono partiti furti ai bancomat, ai distributori di benzina e altre operazioni delinquenziali i cui autori vivono qui».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento