rotate-mobile
Cronaca Corsico

L'uomo minacciato di morte per non aver pagato il 'pusher-strozzino'

Arrestato dai carabinieri un 46enne pregiudicato di Corsico (Milano)

Minacciato di morte per non aver pagato alcune dosi di cocaina e il debito che si era quadruplicato nell'arco di pochi giorni. È accaduto a un 40enne di Trezzano sul Naviglio, che, esasperato, ha denunciato l'uomo che lo perseguitava, un 46enne italiano, pregiudicato di Corsico, facendolo arrestare dai carabinieri nei giorni scorsi.

I militari hanno dato eseguito un'ordinanza di custodia cautelare del Gip di Milano, su richiesta della procura. Il 46enne, che si trovava già in affidamento in prova ai servizi sociali, dopo essere stato condannato per reati di droga, ora risponde di tentata estorsione aggravata e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini dei carabinieri di Trezzano sono partite dopo che la vittima ha sporto denuncia lo scorso 28 aprile, riferendo di aver subito minacce gravi per non aver pagato tutta la cocaina che aveva comprato dal 46enne. In base a quanto ricostruito, quest'ultimo tra dicembre 2021 e febbraio 2022 aveva ceduto al 40enne circa 25 grammi di cocaina; poi, dopo che il suo 'cliente' aveva detto di essere in difficoltà nel pagare i 2mila euro che gli doveva, oltre ad aumentare il debito di settimana in settimana, arrivando sino a 8 mila euro, aveva iniziato a minacciare di morte lui e i suoi familiari.

Ad aggravare il quadro, il fatto che alcune persone nei giorni scorsi si sarebbero presentate fuori dal posto di lavoro del 40enne, chiedendogli, sempre con fare minaccioso, di fissare un incontro con il 'pusher' per saldare il suo debito. Dopo l'arresto, il 46enne è stato portato a San Vittore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo minacciato di morte per non aver pagato il 'pusher-strozzino'

MilanoToday è in caricamento