Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

"Meglio che cambi città e mondo": minacciava così la sua ex fidanzata, arrestato stalker

E' stato arrestato un pluripregiudicato. La donna era terrorizza e ha chiamato la polizia

"Non ho mica fatto 27 anni di galera da innocente e non ho neanche paura di tornarci. Tempo al tempo". La minacciava così. Era dal mese di marzo che perseguitava la sua ex con frasi aggressive e visite inopportune arrivando perfino a prenderla a schiaffi o pubblicando video intimi online. Lunedì pomeriggio la polizia di Stato ha arrestato a Milano un 51enne italiano, pluripregiudicato, per atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata.

Lunedì la donna, una 50enne italiana, ha telefonato in lacrime agli uffici della Divisione Anticrimine della Questura di Milano, riferendo che il suo ex, per l'ennesima volta, era davanti al negozio dove lei lavora, tentando di entrarvi per convincerla a tornare insieme.

I poliziotti della Divisione Anticrimine, che già seguivano il caso da diverse settimane, si sono messi in contatto con la Centrale Operativa che, a sua volta, ha inviato sul posto una volante. 

L'uomo, con precedenti per spaccio, rapine, furto, estorsione e resistenza a pubblico ufficiale, nonché sottoposto alla misura Sorveglianza Speciale, si è giustificato dicendo di essere lì solo per provare a consumare un gelato con la donna, così come erano soliti fare quando erano insieme.

L'arresto delle volanti

Gli agenti delle volanti, entrati nell'esercizio commerciale, hanno ascoltato la donna e subito dopo hanno arrestato l'uomo per atti persecutori.

Non era infatti la prima volta dalla fine della relazione, nel marzo 2019, che l'uomo molestava la donna, ed in alcuni casi aveva anche usato violenza fisica nei suoi confronti. In un caso le aveva sferrato uno schiaffo dopo averla attirata con la scusa di restituirle effetti personali, in un altro, pretendendo somme di denaro, le aveva strappato la collanina dal collo e infine le aveva proibito espressamente di intraprendere altre relazioni.

L'atteggiamento persecutorio dell'uomo si è esteso anche all'ambito social. Il 51enne diverse volte ha minacciato la ex tramite chat, fino a postare, taggandola, un video di momenti intimi tra i due sul profilo di un amico.

Queste solo le ultime minacce rivolte alla ex compagna, la quale, pur terrorizzata ha dimostrato forza d'animo tenendo traccia di tutti i comportamenti dell'uomo, registrando le telefonate minatorie, documentando e raccontando con grande chiarezza ai poliziotti della Divisione Anticrimine tutta la propria storia.  

La storia tra i due e le minacce

Pochi mesi addietro la signora aveva inoltre presentato istanza di ammonimento per atti persecutori, ma la gravità degli episodi raccontati e la pericolosità dell'uomo, già comprovata dai precedenti penali, ha indotto il personale dell'Ufficio stalking, maltrattamenti e minori della Questura di Milano ad avviare un procedimento penale e chiedere urgentemente l'emissione di una misura cautelare a carico dell'uomo. 

Tale misura si è resa necessaria anche a seguito di una delle telefonate registrate dalla donna, dove lo stalker aveva espressamente minacciato ritorsioni: "Se entri in Questura, e io spero tu non lo faccia, se vengo chiamato solamente da un carabiniere o da un poliziotto per queste spiegazioni, tu è meglio che cambi città e mondo. Si è una minaccia". 

Lunedì pomeriggio l'epilogo della vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Meglio che cambi città e mondo": minacciava così la sua ex fidanzata, arrestato stalker

MilanoToday è in caricamento