Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Niguarda / Viale Enrico Fermi

Perseguita per mesi la ex: la insegue, la ferma per strada e la investe in bicicletta

Arrestato l'ex fidanzato della ragazza. Gli ultimi episodi davanti ai genitori di lei

Stalker arrestato a Milano

Perseguitava la sua ex fidanzata da mesi, dopo la fine della loro storia. Prima insistenti messaggi telefonici, poi pedinamenti e apparizioni improvvise a casa, al lavoro e in palestra, infine anche alcune aggressioni. Fino all'arresto da parte della polizia, nella serata del 3 settembre, quando la ragazza è stata investita dall'uomo in bicicletta alla presenza dei genitori di lei.

La giovane, una 29enne praticante commercialista, ha interrotto la relazione con il suo ex, un 37enne, a novembre 2015. Dopo alcuni mesi di relativa "calma", a febbraio 2016 l'uomo ha iniziato a vessarla, con numerosi messaggi sul telefonino e provando ad entrare in casa della ragazza (in zona Enrico Fermi) senza riuscirci. Da febbraio a giugno il 37enne ha iniziato a "presentarsi" davanti alla ragazza in vari luoghi: vicino a casa, vicino al posto di lavoro e iscrivendosi alla stessa palestra frequentata dalla giovane, tanto che lei ha deciso di cambiarla.

L'uomo non ha placato la sua ossessione e ha cominciato a pedinarla. Una sera le ha inviato un messaggio per indicarle l'indirizzo della nuova palestra frequentata. Un'altra sera, a fine giugno, le ha inviato un sms per farle capire che la vedeva mentre lei era in casa, indicandole il punto esatto dell'appartamento in cui lei si trovava.

In una occasione si è presentato fuori dalla nuova palestra della giovane e le ha bloccato l'uscita con l'automobile. In un'altra circostanza si è mostrato davanti al luogo di lavoro e, mentre la sua ex era a piedi, le ha strappato il telefono dalla mano. Una sera si è appostato nei pressi di via Ornato e ha aspettato che la sua ex arrivasse in auto: poi le si è parato davanti in sella ad una bicicletta costringendola di fatto a inchiodare. L'ha quindi obbligata a seguirlo in auto in un vicino parcheggio dove - con un pugno - ha rotto lo specchietto retrovisore sinistro della vettura di lei.

Il primo settembre, mentre lei si trovava in auto insieme ai suoi genitori, il suo ex ha lanciato un martello contro la vettura, danneggiandola. Infine, la sera del 3 settembre, si è presentato all'interno di una pizzeria vicino a casa della famiglia della vittima, dove la ragazza e i genitori aspettavano alcune pizze da asporto, e ha iniziato a insultare tutti e tre. Poi, mentre rincasavano a piedi, ha investito la ragazza in bicicletta. Lei è stata costretta a ricorrere alle cure del 118: i sanitari l'hanno portata al pronto soccorso della clinica Città Studi.

Lui è stato arrestato dalla polizia, intervenuta sul posto. Risponde di atti persecutori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita per mesi la ex: la insegue, la ferma per strada e la investe in bicicletta

MilanoToday è in caricamento