Cronaca

Coltello in pugno minaccia la moglie davanti ai figli, lei per paura aveva ritirato una denuncia

I vicini hanno dato l'allarme e l'uomo è stato arrestato. La follia davanti ai figli

Nel 2014, ormai cinque anni fa, lo aveva denunciato ai carabinieri, ma poi per paura ci aveva ripensato. E così, da allora, ha continuato a soffrire in silenzio, a prendere botte, a subire i suoi modi violenti. Almeno fino a giovedì sera, quando a salvarla sono stati i vicini di casa e i carabinieri. 

A finire in manette è stato un uomo di trentuno anni, un cittadino marocchino, che è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua compagna, una connazionale di trentadue anni. 

L'allarme è scattato alle 22.30, quando i residenti di un condominio in zona Baggio hanno allertato il 112 perché spaventati dalle urla che sentivano provenire da casa della coppia. Quando i militari sono arrivati sul posto, hanno trovato il 31enne che - con un coltello in mano - minacciava di morte la vittima davanti ai figlioletti. 

L'uomo è stato immediatamente disarmato e immobilizzato dai militari del Radiomobile, che lo hanno poi portato in carcere a San Vittore. Accompagnata in caserma, la donna ha invece raccontato di quella vecchia denuncia poi "cancellata" e ha confermato che le violenze andavano avanti da tempo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello in pugno minaccia la moglie davanti ai figli, lei per paura aveva ritirato una denuncia

MilanoToday è in caricamento