rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Si fingono assistenti sociali per entrare al Beccaria: un 15enne aveva droga e tirapugni

Uno di loro, un 15enne, aveva una pistola ad aria compressa senza copertura rossa, un tirapugni, un coltellino e 25 grammi di droga

Si fingono assistenti sociali e cercano di entrare all'Istituto per minori Beccaria di Milano. Uno di loro, un 15enne, aveva una pistola ad aria compressa senza copertura rossa, un tirapugni, un coltellino, 25 grammi di droga, ed è stato arrestato.

Il fatto è accaduto nelle scorse ore. Non è chiaro cosa volessero fare e che intenzioni avessero. Ma sono stati immediatamente pizzicati.

"In tre hanno cercato di introdursi attraverso la porta carraia dell'istituto spacciandosi per assistenti sociali - spiega Alfonso Greco, segretario lombardo del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe -. L'agente addetta al controllo dei video ha subito capito che c'era qualcosa che non andava e ha avvisato il personale. I tre, due uomini e una donna sono stati controllati: uno, maggiorenne è fratello di un minore detenuto. L'altro un 15enne, è stato trovato con la pistola ad aria compressa, le altre armi e la droga. È stato arrestato e portato nel Centro di Prima Accoglienza di Torino per la momentanea chiusura di quello milanese per i cosiddetti 'nuovi arriva' a causa dell'emergenza coronavirus. Gli altri due sono stati denunciati a piede libero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono assistenti sociali per entrare al Beccaria: un 15enne aveva droga e tirapugni

MilanoToday è in caricamento