Milano, ragazza molestata fuori dall'ospedale: un 23enne arrestato per violenza sessuale

È successo nella notte tra mercoledì e giovedì fuori dall'ospedale San Paolo. I fatti

Era convinto che fosse una preda facile. Era certo che sarebbe riuscito a mettere in atto il suo squallido piano. Ma fortunatamente non aveva fatto i conti con il coraggio e la prontezza della vittima designata, che è riuscita a farlo finire in manette. 

Un ragazzo di 23 anni, un giovane marocchino con precedenti e irregolare in Italia, è stato arrestato nella notte tra mercoledì e giovedì con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una 24enne ucraina. Teatro del blitz del maniaco, avvenuto verso le 3.30, è stata la fermata Atm in via San Vigilio, proprio di fronte all'ospedale San Paolo. 

La vittima, che stava attendendo il pullman, è stata avvicinata alle spalle dall'uomo, che l'ha aggredita e ha iniziato a palpeggiarla con insistenza e violenza nelle parti intime. Nonostante lo spavento, la ragazza ha reagito e ha urlato chiedendo aiuto. I primi a intervenire sono stati delle guardie giurate di Italpol che erano in zona e che hanno sentito le grida della vittima. 

A quel punto il 23enne è stato bloccato e poi "consegnato" agli agenti della Volanti, che lo hanno dichiarato in arresto e portato in carcere. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Torna su
MilanoToday è in caricamento