Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Apprezzamenti su Facebook all'allieva, prof denunciato

Un supplente lo scorso aprile chiede massicciamente amicizia alle sue studentesse sul social network, poi intrattiene conversazioni inequivocabili: rinvio a giudizio per abuso d'ufficio

Una schermata Fb

E' stato chiesto il rinvio a giudizio per il docente del Lagrange denunciato qualche mese fa per avere molestato alcune di loro sul social network Facebook. Il professore è accusato di abuso d'ufficio e abuso di mezzi di corruzione.

Gli inquirenti hanno a disposizione le testimonianze di ben ventitré studenti e soprattutto le conversazioni che il professore intratteneva su Facebook con una sua studentessa. Il 24 aprile 2011 l'insegnante era arrivato nella classe come supplente. Informatosi di chi (delle sue allieve) era maggiorenne, ha chiesto loro l'amicizia, che molte di loro hanno accettato. Poi, secondo l'accusa, avrebbe incominciato a intrattenere conversazioni soprattutto con una di loro, 18enne appunto, che ha però stampato i messaggi e denunciato il professore alla preside dell'istituto.

Tra le frasi scritte dal docente ce ne sono alcune che dimostrano un suo inequivocabile interesse di natura sentimentale verso la 18enne, e lasciano presagire un tentativo di corruzione. Si va da complimenti generici ("Le tue foto sono bellissime") a più specifici ("Sei una ragazza dolce e molto bella"), fino alla promessa di un 'occhio di riguardo' ("Potrei metterti un bel voto") e a un invito esplicito ("Potremmo passare un sabato sera insieme, parleremmo di noi due"). Ma le studentesse hanno raccontato che il professore avrebbe avuto atteggiamenti equivoci non solo sul social network ma anche in classe. In particolare, mentre interrogava alcune studentesse, sembra che guardasse insistentemente il loro seno.

Il reato ipotizzato dal pm Tiziana Siciliano è di abuso d'ufficio perché a tutto questo non sarebbe seguito niente di più grave, ma anche abuso di mezzi di corruzione perché a un certo punto, resosi conto che alcune allieve avevano 'parlato', avrebbe assegnato loro un "1" in storia scritto a matita sul registro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apprezzamenti su Facebook all'allieva, prof denunciato

MilanoToday è in caricamento