Cronaca Cenisio Monumentale / Via Francesco Caracciolo

Caserma Montello, non ci sono più profughi: tutti trasferiti

Giuseppe Sala ha annunciato il rispetto dell'impegno a liberare l'ex caserma entro dicembre 2017

Nessun migrante è più ospitato nell'ex caserma Montello in zona piazza Firenze. Lo ha annunciato il sindaco di Milano Giuseppe Sala nella giornata del 17 dicembre. Come da accordi, la struttura doveva essere liberata entro fine mese per dare spazio alla nuova sede della polizia. Sala si è anche tolto un sassolino dalla scarpa: "Ci sono state tante polemiche, sono stati dipinti scenari inenarrabili di possibili problemi di delinquenza nel quartiere, ma non è successo nulla".

La scelta di dislocare circa trecento migranti all'ex caserma era stata presa nel corso del 2016 e attuata a fine ottobre di quell'anno, in un momento di grande emergenza sul fronte degli arrivi di migranti e richiedenti asilo in città. Si era reso quindi necessario trovare un luogo adatto a ospitarne un certo numero. 

Ora i migranti sono stati ricollocati: alcuni a Milano, altri nel resto della Regione. Feroci furono le polemiche sull'uso dell'ex caserma. Diversi i presidi di comitati di cittadini e di partiti politici, sia del centrodestra sia dell'estrema destra, contro la presenza dei migranti alla Montello. Ancora oggi Silvia Sardone, di Forza Italia, parla di "schiaffo a tanti italiani in difficoltà" per definire l'accoglienza a "centinaia di richiedenti asilo, la maggior parte dei quali futuri clandestini".

Al momento dei primi arrivi, il comitato Zona 8 Solidale aveva organizzato una festa d'accoglienza ai nuovi ospiti: l'evento era finito anche sul Whashington Post. E il ricollocamento appena terminato ha generato a sua volta alcune polemiche, questa volta proprio da parte dei comitati solidali, che hanno stigmatizzato i "trasferimenti forzati" di persone che, nel frattempo, avevano intessuto relazioni sociali e scolastiche nel quartiere.
 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caserma Montello, non ci sono più profughi: tutti trasferiti

MilanoToday è in caricamento