Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Case popolari del Comune: ecco come gli inquilini morosi verranno stimolati a pagare il debito

Firmato un protocollo tra il Comune di Milano e i sindacati degli inquilini

Repertorio

Cercare di recuperare la morosità nelle case popolari del Comune di Milano (gestite da MM) attuando un piano di rientro certo, ma soprattutto condiviso con i sindacati degli inquilini. Per il momento è un protocollo di intesa, firmato da questi con Palazzo Marino, ma tutti sono convinti che faciliterà il recupero delle posizioni di morosità, in particolare quelle con scadenza 2016. 

I futuri piani di rientro prevedono maggiori facilitazioni per le fasce più deboli (la cosiddetta "area di protezione", con Isee Erp fino a 9 mila euro, e "area di accesso", da 9 mila a 14 mila euro). Tutte le risorse che verranno recuperate attraverso il piano di rientro saranno destinate ad interventi di manutenzione ordinaria negli edifici di case popolari.

Soddisfazione da parte di tutti gli attori: da Gabriele Rabaiotti (assessore alla casa e ai lavori pubblici) ai sindacati Sunia, Sicet, Uniat, Unione Inquilini e Conia. "Ora gli inquilini avranno chiarezza del debito da rateizzare perché  sarà certo, liquido e esigibile; e potranno contestare l’entità del debito, verificarlo o ricalcolarlo presentando apposita documentazione, utilizzando poi lo strumento della transazione", dichiarano i sindacati. 

MM invierà, entro il 30 aprile, una informativa sul piano a tutti gli inquilini: questi potranno decidere se aderire entro il 31 dicembre. Se non aderiranno al piano, potrà scattare la riscossione coattiva; altrimenti, MM formulerà la proposta del piano di rientro che preciserà l'ammontare complessivo e il numero di rate previste (il cui numero massimo è già stato portato da 24 a 120). Ogni rata, comunque, non potrà essere superiore a un ottavo del reddito medio mensile del nucleo familiare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari del Comune: ecco come gli inquilini morosi verranno stimolati a pagare il debito

MilanoToday è in caricamento