Cronaca

Morta Giulia Niccolai: addio alla poetessa e monaca buddihsta milanese

A darne notizia l'istituto di studi di buddhismo tibetano Ghe Pel Ling

Giulia Niccolai foto Fb/Cernigliaro Cult

"La nostra amata monaca e poetessa Giulia Niccolai ci ha lasciati. Se n'è andata all'improvviso, senza soffrire, il primo giorno d'estate, mentre stava trascorrendo qualche giorno di vacanza al mare". Così l'istituto di studi di buddhismo tibetano Ghe Pel Ling ha annunciato la morte della scrittrice, mancata il 22 giugno all'età di 87 anni.

Classe '34, nata a Milano da mamma statunitense e padre italiano, Niccolai aveva pubblicato il suo primo romanzo 'Il grande angolo' nel 1966 e lavorava anche come traduttrice dall'inglese. Con il poeta Adriano Spatola, a cui fu a lungo legata, fondò la rivista di poesia Tam Tam e l'omonima collana di versi sperimentali. La poetessa, dopo aver vissuto tanti anni in India, nel 1990 divenne monaca buddhista. 

"Ricordiamo con tanto affetto e commozione la sua risata contagiosa, la sua ironia intelligente, la sua gentilezza nei confronti di tutti - continua Ghe Pel Ling sui social -. Ma, soprattutto, la profondità dei suoi studi e della sua pratica, il rigore e la lievità con cui ha vissuto fino alla fine i suoi voti di monaca buddhista, sotto la guida del nostro prezioso Maestro il Ven.Thamthog Rinpoche".

"È stata, nei tanti anni di impegno al Ghe Pel Ling una presenza importante - chiosa l'istituto - sempre pronta ad aiutare, chiarire incomprensioni, donare attenzione e un sorriso, confortare le persone in difficoltà. Non dimentichiamo, inoltre, l’immensa generosità con cui ha sempre sostenuto anche economicamente il Ghe Pel Ling. È grazie a lei se disponiamo della nostra bellissima sede. Grazie di cuore, Giulia carissima!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta Giulia Niccolai: addio alla poetessa e monaca buddihsta milanese

MilanoToday è in caricamento