rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Processo Ferrulli, la perizia: "Urlò 'Aiuto, aiuto!'"

"Aiuto, aiuto!". E' quanto avrebbe gridato Michele Ferrulli, l'uomo di 51 anni morto a Milano per "arresto cardiaco" mentre quattro poliziotti lo stavano arrestando. La nuova perizia

"Aiuto, aiuto!". E' quanto avrebbe gridato Michele Ferrulli, l'uomo di 51 anni morto a Milano per "arresto cardiaco" mentre quattro poliziotti lo stavano arrestando.

Emerge questo dalla relazione redatta dal perito Fabio Carlo Marangoni, nominato dai giudici della Corte d'Assise di Milano e che ha lavorato sulle "riprese audio-video" effettuate quel giorno da chi stava assistendo alla scena, sincronizzando tutto il materiale (quattro filmati) e trascrivendo le conversazioni.

La perizia, depositata nei giorni scorsi alle parti, e' stata discussa martedì 1 aprile nel processo che vede imputati per omicidio peterintenzionale quattro poliziotti che, la sera del 30 giugno 2011, erano intervenuti in via Varsavia a Milano per una segnalazione di schiamazzi in strada.

La voce di Ferrulli "era bassa e affanosa". Il perito indica anche un'altra frase "sposta 'sto braccio! Basta!". Dal consulente di parte civile era già stata indicata la frase "Basta la testa, basta!". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ferrulli, la perizia: "Urlò 'Aiuto, aiuto!'"

MilanoToday è in caricamento