menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'incidente (Foto B&V Photographers)

Il luogo dell'incidente (Foto B&V Photographers)

Incidente sul lavoro alla Lamina, quattro morti: gli accertamenti dei periti

Sembra acclarata l'ipotesi di un guasto come causa della successiva fuoriuscita d'azoto, senza che l'allarme sia scattato

Potrebbe essere stato un guasto combinato alla mancata segnalazione dell'allarme mentre fuoriusciva l'azoto la causa dell'incidente sul lavoro alla fabbrica Lamina Spa, a Greco, il 16 gennaio 2018, che ha provocato la morte di quattro persone: tre in un primo momento, la quarta successivamente.

Lunedì mattina si sono recati sul posto i periti e i consulenti nominati dai pubblici ministeri che seguono il caso, Tiziana Siciliano e Gaetano Ruta, a cui si sono aggiunti i consulenti di parte, nominati dai familiari delle vittime, dalla difesa e dalla procura. Gli accertamenti tecnici non ripetibili sono necessari per fare luce sull'episodio e anche, auspicabilmente per tutti, per fare ripartire le attività dell'azienda (ora sotto sequestro) scongiurando la cassa integrazione per gli operai.

Incidente in azienda: quattro operai morti

video-203

Sul registro degli indagati, per omicidio colposo plurimo, è finito Roberto Sanmarchi, amministratore dell'azienda, come atto dovuto per potere svolgere tutte le indagini possibili. Intanto, sempre lunedì, sono previste le autopsie sui corpi delle vittime. L'ipotesi più accreditata, come detto, è che si sia verificato un guasto al forno, che ha reso necessario l'intervento degli operai. Nel frattempo sarebbe anche fuoriuscito l'azoto, senza che l'allarme lo segnalasse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento