rotate-mobile
i numeri

In Lombardia 3 morti sul lavoro alla settimana, ma Milano migliora

Cisl ha registrato nel 2023 172 decessi e quasi 110mila infortuni

Meno morti e infortuni sul lavoro in Lombardia. Il 2023 è stato un anno lievemente più positivo rispetto al precedente. A snocciolare i dati la Cisl, che ha registrato 172 decessi, una media di 3 morti a settimana, e poco meno di 110mila infortunati sul posto di lavoro. Diminuiscono morti a Milano che ne ha registrati quasi 50 in meno rispetto al 2022. Ma la differenza per settori resta notevole.

Nel settore industria sono, infatti, salite le denunce di infortunio: da 27.997 del 2022 a 28.471 nel 2023. Un numero molto elevato, specialmente se confrontato con gli infortuni nel segmento delle costruzioni (5.493 nel 2023, 5.296 nel 2022). Crescono le denunce di malattia professionale di quasi il 18%, con Milano che ne ha registrate “solo” 557 contro i numeri ben più alti di Bergamo (1.004). Le più diffuse sono quelle del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo che segnano il 61% delle denunce. 

“La denuncia di malattia professionale è un dato ancora fortemente condizionato da perduranti difficoltà di emersione - spiega Roberta Vaia, segretaria regionale di Cisl Lombardia -. A tal proposito, dovrebbe essere motivo di riflessione il fatto che le denunce in provicina di Milano sono poco più della metà di quelle di Bergamo e il 70% di quelle di Brescia”. Dati che secondo Vaia dimostrerebbero un’inadeguata attività di prevenzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Lombardia 3 morti sul lavoro alla settimana, ma Milano migliora

MilanoToday è in caricamento