rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Il fatto

Alessandro Dall'Ò, architetto di 33 anni, morto durante il canyoning

L'uomo stava praticando il torrentismo nell'orrido di un torrente in provincia di Lecco

Gravissimo incidente nel Lecchese, sabato mattina. È successo nel Comune di Perledo, nella zona dell'orrido di Vezio, lungo il torrente Esino. La vittima è Alessandro Dall'O', architetto di 33 anni residente nel Milanese, che stava praticando canyoning, "torrentismo", una disciplina che consiste nel discendere a piedi gole e canyon con corsi d'acqua, cascate, laghetti e così via.

Secondo quanto riferito, l'incidente è avvenuto alle undici e mezza di sabato 18 maggio. L'uomo sarebbe rimasto imprigionato per parecchi minuti in un mulinello, fino a quando alcuni ragazzi lo hanno notato e tirato fuori. Sul posto i soccorritori del 118 con un equipaggio del Soccorso Bellanese e l'elicottero da Como. Il 33enne era in arresto cardiaco.

I sanitari, coadiuvati dai tecnici del soccorso alpino e dai vigili del fuoco con la squadra speleo-alpino-fluviale, lo hanno trasportato con la massima urgenza al pronto soccorso dell'ospedale di Lecco, in condizioni disperate. Purtroppo non è bastato: qualche ora dopo il ricovero, il 33enne è deceduto.

Foto: i soccorsi

incidente canyoning canoa-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro Dall'Ò, architetto di 33 anni, morto durante il canyoning

MilanoToday è in caricamento