rotate-mobile
Cronaca

Ucciso dal suo fucile: cacciatore muore durante zuffa tra cani

E' successo domenica a Bosisio Parini (Lc): l'uomo, di origini milanesi, era con un amico quando i cani si sono azzuffati con altri. Colpo partito dal suo stesso fucile

E' un milanese di 53 anni il cacciatore morto domenica mattina per un colpo di fucile partito involontariamente dalla sua stessa arma.

L'uomo, Francesco P., si trovava a Bosisio Parini, nella Brianza lecchese, poco lontano da Merone dove vive con la moglie pur risultando residente a Milano, e stava effettuando una battuta di caccia con un amico. Da un giardino privato sono spuntati due cani che hanno iniziato ad azzuffarsi coi due setter dei cacciatori. Lo sfortunato 53enne ha cercato di dividere gli animali con il fucile prendendolo per la canna, ma è partito un colpo che gli ha dilaniato il ventre. Durante la concitata fase, il suo compagno di caccia ha sparato ai cani "nemici" uccidendone uno e ferendo l'altro (che poi è stato soppresso da un veterinario).

Inutili i soccorsi subito giunti da Lecco, insieme a una squadra della Croce Verde locale. Sono intervenuti anche i carabinieri di Merate. Il pm ha disposto l'autopsia e non si esclude che i proprietari dei due cani fuggiti dalla proprietà possano venire indagati per omessa custodia di animale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso dal suo fucile: cacciatore muore durante zuffa tra cani

MilanoToday è in caricamento