Cronaca

Morto l'urbanista Campos Venuti: fu professore al Politecnico per più di trent'anni

La scomparsa dell'urbanista

E' morto a Roma Giuseppe Campos Venuti, urbanista di fama internazionale. Aveva 93 anni. Fu legato a Milano per avere insegnato al Politecnico per oltre trent'anni. Nacque nella capitale nel 1926 e, dopo avere partecipato molto giovane alla Resistenza, si laureerò in architettura.

Nel 1960 il Partito comunista lo candidò al consiglio comunale di Bologna e il sindaco Giuseppe Dozza lo nominò assessore all'urbanistica. Fu l'inizio di una "rivoluzione" per il capoluogo emiliano, composta da diversi elementi: un rigoroso recupero del centro storico, la nascita di quartieri periferici per le persone meno abbienti, il conseguente spostamento dal centro alle periferie di servizi ad ampio spettro, lo spostamento della Fiera all'esterno della città, la "difesa" dell'area collinare da eventuali sviluppi urbanistici.

L'insegnamento al Politecnico lo impegnò dal 1968 al 2001. Nel 2012 Napolitano, presidente della Repubblica, lo nominò Cavaliere di gran croce. «Con la scomparsa di Giuseppe Campos Venuti l'urbanistica moderna perde un dei suoi padri, un maestro visionario che è stato in grado di coniugare lo sviluppo all'inclusione sociale, la competenza tecnica alla passione civile. Al suo grande lavoro per la rigenerazione di Bologna, Campos Venuti ha affiancato un importante impegno a Milano. Non solo la sua presenza carismatica negli oltre trent'anni in cui è stato professore al Politecnico, ha rappresentato un onore per la nostra città, ma il suo approccio riformista ha contribuito ad alimentare il dibattito sulla pianificazione delle città», ha dichiarato Pierfrancesco Maran, assessore all'urbanistica del Comune di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'urbanista Campos Venuti: fu professore al Politecnico per più di trent'anni

MilanoToday è in caricamento