Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Fidanzati in baita intossicati dal monossido: lui morto, lei gravissima al Niguarda

La tragedia la sera di capodanno in Valtellina, protagonista una coppia di 21enni

Lui deceduto, lei lotta al Niguarda di Milano tra la vita e la morte. E' il drammatico epilogo di una serata di capodanno che doveva essere del tutto diversa: romantica e piacevole. I protagonisti sono due valtellinesi di 21 anni che, appunto, a San Silvestro si sono recati nella baita di famiglia di lui, in localita Plazz nel Comune di Valdisotto, per trascorrere insieme la serata e la nottata del primo dell'anno.

A scoprire la tragedia è stato il padre del ragazzo, che non riuscendo a mettersi in contatto telefonico con il figlio ha deciso di raggiungerlo. Ma il 21enne Denis Romedi era già morto. Fatali le esalazioni del monossido di carbonio, un veleno potentissimo con cui occorre fare i conti quando si riscaldano gli ambienti con le stufe o senza avere correttamente manutenuto la canna fumaria del camino.

Sull'esatta ragione si pronunceranno comunque le autorità. La ragazza, Elisa Bertolina, era in gravissime condizioni per lo stesso motivo ed è stata trasportata in elicottero a Milano, precisamente al Niguarda, per essere sottoposta al trattamento della camera iperbarica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzati in baita intossicati dal monossido: lui morto, lei gravissima al Niguarda

MilanoToday è in caricamento