menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto a Milano Gerardo D'Ambrosio, ex magistrato di Mani Pulite

Aveva 83 anni. Era ricoverato al Policlinico: una lunga carriera in magistratura, l'era di Mani Pulite e poi l'esperienza in Senato coi Ds

Gerardo D'Ambrosio è morto a Milano domenica 30 marzo 2014. Originario di Santa Maria a Vico (Caserta), aveva 83 anni. Era ricoverato al Policlinico.

L'ex procuratore capo di Milano ed ex senatore dei Ds, fu tra i magistrati che (dal 1992) si occuparono di "Mani Pulite", l'inchiesta che scoperchiò "Tangentopoli" e contribuì a far crollare la Prima Repubblica. Insieme a lui il capo della procura, Francesco Saverio Borrelli, e poi Antonio Di Pietro, Piercamillo Davigo e Gherardo Colombo.

Divenne procuratore capo nel 1999. Poi fu collocato a riposo nel 2002, mentre nel 2006 venne eletto al senato per i Ds. La sua carriera in magistratura è legata soprattutto al caso di Giuseppe Pinelli, il militante anarchico che trovò la morte a fine 1969 precipitando da una finestra della questura di Milano, dove era stato portato per essere interrogato dal commissario Luigi Calabresi e dalla sua squadra in seguito alla strage di Piazza Fontana. D'Ambrosio escluse in quel caso l'ipotesi di un omicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento