menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Fb/Marta Villa

Foto Fb/Marta Villa

Addio a Giorgio Galli: morto lo studioso milanese prof alla Statale

Il politologo, che aveva 92 anni, è spirato a Camogli (Genova)

È morto all'età di 92 anni il professore, politologo e studioso milanese Giorgio Galli. Domenica 27 dicembre è spirato a Camogli (Genova).

Chi era Giorgio Galli

Nato a Milano nel 1928, il docente si era laureato in Giurisprudenza all'Università degli studi di Milano, dove per anni ha poi insegnato scienza delle dottrine politiche. Noto per opere importanti come 'Bipartitismo imperfetto', edito da Il Mulino e Mondadori, fu anche direttore di questa prima casa editrice. Durante la sua vita, inoltre, collaborò con numerose riviste e pubblicò diversi titoli legati alla politica, alla storia e all'attualità. 

Il ricordo

A dire addio allo studioso, oltre a tantissimi esponenti del mondo della politica, anche il presidente di Anpi Milano, Roberto Cenati, che sui social ha scritto:"Abbiamo coinvolto numerose volte Giorgio Galli alle iniziative di carattere storico, promosse dall'Anpi. Ricordo i suoi interventi sempre interessanti e stimolanti sui temi della Resistenza e dell'antifascismo, al Circolo De Amicis, organizzati dall'Associazione nazionale perseguitati politici antifascisti (Anppia) e dalla Fiap, con la partecipazione della nostra Associazione e dell'Aned. Ci mancheranno molto le sue sottili e approfondite analisi storiche, la sua passione politica, la sua umanità".

A ricordarlo, poi, anche il consigliere comunale di Milano, Lamberto Bertolé che su Facebook l'ha definito "un grande studioso di dottrine politiche e un grande maestro", sottolineando come da studente lo avesse davvero affascinato" e affermando "Milano gli deve molto". L'assessore regionale all'autonomia e cultura Stefano Bruno Galli invece ha espresso così il proprio cordoglio: "Piango la scomparsa di un illustre e stimato collega che conoscevo sin dalla metà degli anni Ottanta: il professor Giorgio Galli. Era docente di Storia delle Dottrine politiche, la mia stessa disciplina, all'Università degli studi di Milano. Era uno storico delle dottrine politiche anomalo e diverso dagli altri in quanto la sua vocazione, i suoi studi e le sue ricerche, erano più orientate verso la scienza politica". 

"Importanti sono stati i suoi lavori - ha ricordato l'assessore regionale - sul sistema politico italiano, la storia dei partiti e il fenomeno del terrorismo rosso. Giorgio Galli aveva infatti una maggiore sensibilità verso le ideologie rispetto alle 'dottrine' in senso stretto. Fondamentale resta, per capire le dinamiche della politica nell'età della Prima repubblica, il suo 'Bipartitismo imperfetto', dedicato al rapporto fra la Dc e il Pci. Nell'ultima fase della sua attività di ricerca si era dedicato ai rapporti fra la politica e l'esoterismo. Scrittore assai prolifico, ha sempre raccolto un grande successo e anche per questo è sempre stato mal digerito dai paludati ambienti accademici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento