Cronaca

Milano: è morto Giovanni Recordati, il ricercatore che era diventato “re” dei farmaci

Recordati, presidente della società colosso del settore farmaceutico, è morto a 67 anni dopo una lunga malattia. Con lui alla guida l'azienda è diventata internazionale. Ecco chi era

Giovanni Recordati - Foto da sito Recordati

In quell’azienda, nonostante il cognome importante, c’era entrato da ricercatore. Poi, sulle orme di suo padre Arrigo, aveva preso quella stessa azienda e l’aveva trasformata in un colosso nazionale e internazionale capace di esportare in centotrenta Paesi e di chiudere l’ultimo bilancio con un utile di quasi duecento milioni di euro. 

La Recordati Spa, gruppo italiano specializzato nella produzione di “farmaci generici”, piange la scomparsa del presidente e amministratore delegato Giovanni. L’ingegnere, ha informato il fratello e vicepresidente Alberto, si è spento a sessantasette anni dopo una lunga malattia. 

“La scomparsa di Giovanni Recordati, sotto la cui leadership lungimirante il gruppo si è sviluppato in modo significativo, è una dolorosa perdita e un momento molto triste per il gruppo, i suoi dipendenti e collaboratori - si legge in una nota dell’azienda -. L’ulteriore crescita del gruppo, in linea con la strategia di sviluppo tracciata dal nostro presidente e seguita durante tutti questi anni, continuerà ad essere perseguita da noi con convinzione e sarà la nostra priorità”.

Giovanni Recordati, laureato in ingegneria chimica al Politecnico di Milano, aveva conseguito un master in "Management Sciences" all'Imperial College di Londra ed era entrato in Recordati nel 1974 come ricercatore. Nel 1999, dal momento della scomparsa del padre, era stato eletto presidente del gruppo che porta il suo cognome. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano: è morto Giovanni Recordati, il ricercatore che era diventato “re” dei farmaci

MilanoToday è in caricamento