Cronaca

Incendio in casa sua durante la notte: morto Giuliano, 39enne cuoco e musicista milanese

Il dramma nella notte a Monza, in via Donizetti. L'uomo è morto per asfissia. Le immagini

La casa del dramma e la vittima - Foto © Mt

Le fiamme lo hanno sorpreso probabilmente mentre dormiva. I vigili del fuoco e i poliziotti hanno trovato il suo corpo a terra, nel corridoio, ormai privo di vita. 

Dramma alle tre della notte tra domenica e lunedì a Monza, in un palazzo al civico 55 di via Donizetti, teatro di un incendio nel quale è morto il trentanovenne Giuliano Verganti, cuoco e musicista milanese

Il rogo, secondo le prime informazioni, si sarebbe sviluppato in cucina, forse per un corto circuito o per un pentolino lasciato acceso sul fuoco. Sul posto, sono immediatamente intervenuti i poliziotti e cinque squadre dei vigili del fuoco, che hanno evacuato dieci famiglie dalla palazzina. 

Poi, nell’appartamento di Giuliano, la tragica scoperta. I pompieri, una volta spente le fiamme, hanno visto il suo cadavere sul pavimento, tra la camera da letto e una seconda stanza. A ucciderlo, stando ai primi accertamenti, sarebbero stato il fumo provocato dall'incendio e il trentanovenne sarebbe morto per asfissia. 

Video | Incendio in casa: morto un cuoco milanese

video incendio morto-2

Di professione cuoco in un albergo di Milano, Giuliano era un grandissimo appassionato di musica e suonava come bassista nella “Andrea Brusadelli band”, un “progetto musicale - così lo descrivono gli stessi artisti - che si rifà ai generi funk, blues e fusion”. 

Nella sua casa, quella stessa abitazione che per lui si è trasformata in una trappola mortale, i pompieri hanno trovato tantissimi strumenti musicali. Giuliano lascia due bambine che aveva avuto da una precedente relazione ormai finita. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in casa sua durante la notte: morto Giuliano, 39enne cuoco e musicista milanese

MilanoToday è in caricamento