Cronaca

L'artista Lanfranco è morto: addio allo scultore del Duomo e del Monumentale di Milano

L'uomo è scomparso a Mantova all'età di 99 anni. In gioventù ritrasse anche lo scrittore Dino Buzzati

Lanfranco (foto dal suo profilo Facebook)

"Questa mattina il Maestro è volato in cielo, ora volerà immerso nel suo mondo fantastico che lui stesso ha creato nelle sue opere immortali, il maestro vivrà per sempre perché Lanfranco è l’infinito". Così la pagina Facebook dell'artista Lanfranco ne ha annunciato la scomparsa nella mattinata di lunedì 17 giugno. Morto nel Mantovano a 99 anni, il pittore e scultore studiò all'Accademia di Brera e negli anni '50 lavorò al Duomo e al Monumentale di Milano.

L'artista

All'anagrafe Lanfranco Frigeri, ma celebre semplicemente come Lanfranco, nacque a Quingentole, nel Mantovano, nel 1920. Suo padre era uno scultore locale. Dopo aver combattuto sul fronte greco durante la seconda guerra mondiale, l'artista frequentò l'Accademia di Belle Arti di Brera.

A 30 anni Lanfranco vinse un concorso per scolpire una formella bronzea destinata a una delle porte del Duomo di Milano e per realizzare la statua del beato Michele Carcano, da collocare su una guglia della facciata. Cinque anni dopo, poi, scolpì la statua di San Giovanni dell'Apocalisse per il Cimitero Monumentale di Milano. Negli anni '60 la sua produzione fu ampiamente pittorica, ispirata a pittori come Salvador Dalì. In questo periodo diede vita a molti ritratti, tra cui quello dello scrittore Dino Buzzati, appartenente alla serie 'Ritratti psichedelici'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'artista Lanfranco è morto: addio allo scultore del Duomo e del Monumentale di Milano

MilanoToday è in caricamento