menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le indagini sull'uomo morto dopo un volo giù dalla finestra mentre faceva le pulizie

Vicino alla finestra c'era la scaletta che l'uomo usava per pulire infissi e vetrate

La dinamica sulla morte dell'uomo di 57 anni precipitato giù dal quarto piano di una palazzina di viale Monza a Milano sembra molto più chiara. Secondo quanto riferito dalla questura, che indaga con la Squadra Mobile, l'ipotesi più verosimile è che l'uomo possa essere caduto accidentalmente mentre faceva le pulizie nell'appartamento dove lavorava.

Uomo muore in viale Monza

L'episodio si è consumato intorno alle 20.30. Al 113 del vialone che da piazzale Loreto porta fino a Sesto San Giovanni, altezza fermata Turro, il corpo di un uomo è caduto giù dalla finestra sulla strada. Il primo a chiedere aiuto è un passante che sente il tonfo. Lo sentono anche nell'adiacente pizzeria. I medici dell'Azienda regionale emergenza urgenza accorsi sul posto trovano un uomo in condizioni disperate e con ferite compattibili con la caduta dall'alto. 

Pompieri in viale Monza, Foto E. Dragotto (1)-2

Chi è la vittima precipitata in viale Monza

Si tratta di un cittadino filippino classe '63. Non ha precedenti penali, ha tutti i documenti in regola e risiede con un connazionale. In Italia dovrebbe avere due fratelli. In viale Monza 113 andava a lavorare come uomo delle pulizie nell'abitazione di un uomo impegnato nel settore del turismo. Il proprietario racconterà alla polizia di essere entrato in casa più o meno a quell'ora e di non aver notato nulla se non la finestra aperta e la scaletta lì vicino. In un primo momento crede che si tratti di una dimenticanza del 57enne, una persona della quale si fidava e che lavorava da lui da circa 8 anni.

Il cadavere del filippino è stato affidato all'autorità giudiziaria e il caso agli investigatori. Si cercherà di fare luce sugli ultimi istanti di vita dello straniero: se ci sia stato un malore o se invece si sia trattato di un incidente.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (servizio attivo tutti i giorni dalle 10 alle 24) oppure puoi metterti in contatto con loro attraverso la chat di Whatsapp al numero 345 036 1628 (tutti i giorni dalle 18 alle 21). Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero 06 77208977 (costi da piani tariffari del tuo operatore), un servizio attivo tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento