Morto Sergio Sergio: era il padre di Fatima, la terrorista milanese che combatte per Isis

L'uomo, condannato a quattro anni per terrorismo, è morto mercoledì notte a 63 anni

Sergio e sua figlia Fatima

Il 19 dicembre scorso, il giorno in cui la legge italiana lo aveva condannato a quattro anni di carcere, il suo avvocato aveva giurato: "Non voleva andare lì per combattere, ma voleva solo tenere unita la famiglia. Le figlie lui le ha sempre subite“. E proprio per "colpa" delle sue figlie, nella notte tra martedì e mercoledì, se n'è andato nel letto di un ospedale con le forze dell'ordine a sorvegliarlo a vista. 

È morto Sergio Sergio, il sessantatreenne padre di Fatima - al secolo Maria Giulia Sergio - la prima italiana condannata a nove anni per terrorismo per avere, nel 2014, lasciato Inzago per trasferirsi in Siria a combattere accanto ai miliziani dell'Isis. Suo padre - racconta Marta Serafini sul Corriere - è morto alle tre di notte nell'ospedale di Apicella, in provincia di Napoli, per complicazioni al fegato. 

Sergio, condannato a quattro anni per terrorismo, stava scontando la sua pena - in attesa del processo di appello - e a ottobre 2015 aveva dovuto superare anche il dolore per la morte di sua moglie, Assunta Buonofiglio, deceduta pochi mesi dopo essere finita in manette insieme al resto della sua famiglia.

Video | "Noi decapitiamo nel nome di Allah"

Schermata 2017-11-22 alle 16.47.54-2

A trascinare tutti nei guai era stata proprio Fatima, che aveva indottrinato sua madre, suo padre e l'altra sua sorella - Marianna, poi condannata a cinque anni e quattro mesi -, li aveva fatti convertire all'Islam e li aveva convinti a partire per la Siria. Le manette per tutti erano scattate quando ormai la famiglia Sergio era pronta a lasciare Inzago alle spalle per raggiungere i territori dominati dallo Stato islamico in Medio Oriente

Di quella famiglia, adesso, resta ben poco: Sergio e Assunta sono morti, Marianna è detenuta in Sardegna e Fatima, ormai sparita nel nulla, con ogni probabilità è rimasta uccisa in guerra, anche se ad agosto scorso proprio suo padre aveva raccontato di essere sicuro che lei fosse ancora viva. In quella stessa intervista, rilasciata al Corriere, Sergio aveva detto anche di essersi pentito di tutto.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento