Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Scivola in montagna, precipita per 200 metri e muore: il suo cane lo veglia per tutta la notte

La vittima è un 50enne di Peschiera Borromeo. Il dramma sull'Alpe di Paglio, nel Lecchese

Le operazioni di soccorso

Era un escursionista esperto. In tasca aveva la tessera del Cai, il club alpino italiano che riunisce tutti gli appassionati di montagna. Eppure, deve aver messo un piede in fallo, deve essere scivolato prima di finire giù per il sentiero. 

Un cinquantenne di Peschiera Borromeo, Silvano, è morto sull'Alpe di Paglio, nel Lecchese, dopo essere caduto per oltre duecento metri in un canale ripido poco sotto le piste di sci.

Il dramma si è consumato  nel pomeriggio di venerdì, quando l'uomo era uscito insieme al suo cane per una passeggiata in un sentiero. In serata, preoccupati dal suo ritardo e dalle mancate risposte al telefono, i familiari hanno dato l'allarme e sabato mattina sono subito partite le ricerche

All'alba, gli uomini del soccorso alpino hanno trovato la sua auto in un parcheggio e hanno individuato il cane della vittima, un bracco ungherese che lo aveva fedelmente vegliato per tutta la notte. A pochi metri dall'animale, poi, è stato scoperto il corpo di Silvano, che è stato recuperato con una barella e portato a valle.

Al momento dell'incidente, secondo le prime ricostruzioni, il cinquantenne non indossava né le ciaspole, né i ramponi: fatali gli sono stati i traumi riportati nella caduta. 

"Purtroppo, Silvano - il cordoglio del Cai di Lecco - è stato ritrovato senza vita dagli uomini del soccorso alpino e speleologico lombardo. Le nostre condoglianze ai famigliari ed agli amici”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola in montagna, precipita per 200 metri e muore: il suo cane lo veglia per tutta la notte

MilanoToday è in caricamento