rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Le accuse / Stazione Milano Rogoredo

Muore dopo essere stato bloccato dai vigilantes davanti a Sky: 'omicidio preterintenzionale'

Le due guardie giurate rischiano il processo con questa pesante accusa. I dettagli

Le due guardie giurate che bloccarono Giovanni Sala, morto poco dopo, davanti alla sede Sky di Milano rischiano il processo per l'accusa di omicidio preterintenzionale.

I fatti, nella notte tra il 19 e il 20 agosto del 2023: i due intervennero per bloccare Sala, 34 anni che era "in evidente stato di alterazione" e che morì per arresto cardiaco, dopo essere stato anche tenuto a terra con un ginocchio sulla sua schiena per poco più di un minuto.

Il pm di Milano Alessandro Gobbis, infatti, come anticipato da la Repubblica e come si legge negli atti, ha chiuso le indagini in vista della richiesta di processo modificando l'imputazione per i due vigilantes da omicidio colposo a preterintenzionale.

Il pm scrive che i due indagati, difesi dal legale Camilla Urso, in quell'azione nei confronti di Sala diedero "sfogo ad istinti violenti e inutilmente prevaricatori".

L'uomo, che aveva assunto alcol e droga, fu immobilizzato, secondo il pm, in modo violento, quando non c'era "alcuna necessità di tutelare persone o cose da pericoli concreti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo essere stato bloccato dai vigilantes davanti a Sky: 'omicidio preterintenzionale'

MilanoToday è in caricamento