menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Dramma a Legnano: morto in casa per asfissia, colpa di una stufa difettosa

La tragica scoperta nella serata del primo gennaio. Il decesso risale alla notte precedente

Tragedia in una casa di Legnano, nella Città metropolitana di Milano: un uomo di 58 anni ha perso la vita a causa dell'asfissia provocata da una stufetta elettrica difettosa, che ha sprigionato esalazioni tossiche risultate fatali.

La scoperta da parte dei vigili del fuoco legnanesi nella serata di venerdì 1 gennaio. I pompieri sono entrati nell'abitazione di via De Gasperi dopo che i vicini di casa avevano segnalato un odore di bruciato dall'appartamento. E hanno trovato il corpo ormai senza vita.

Secondo la ricostruzione dei sanitari della Croce Rossa e dei medici dell'ospedale della città, il decesso risalirebbe alla nottata precedente. Probabilmente l'uomo si era addormentato e non si è accorto del malfunzionamento della stufetta e dell'odore di bruciato. Il 58enne viveva da solo e secondo alcune testimonianze soffriva di difficoltà motorie. I medici legali di Milano effettueranno l'autopsia mentre i carabinieri di Legnano hanno rilevato il caso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento