Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Donato Milanese

Rapinato della collanina d'oro, poco dopo si butta dal balcone di casa: morto un 24enne

Il giovane era stato rapinato nel pomeriggio. In serata, verso le 23, il gesto estremo

Avrebbe urlato un'ultima frase d'amore rivolta ai suoi genitori. Poi avrebbe aperto la finestra e si sarebbe lanciato nel vuoto. È morto così, lunedì sera a San Donato Milanese, un ragazzo milanese di ventiquattro anni, che tra poco più di una settimana ne avrebbe compiuti venticinque. 

L'estremo gesto, stando a quanto appreso, è avvenuto alle 22.50, nell'appartamento di viale Alcide De Gasperi in cui il giovane viveva con mamma e papà. I primi a intervenire sono stati i soccorritori del 118, che lo hanno trasportato in ospedale, dove però il 24enne è arrivato già morto. Poi è toccato ai carabinieri, che hanno ricostruito le ultime ore di vita del ragazzo. 

Il giovane, stando a quanto verificato dai militari, poche ore prima - nel pomeriggio - era stato aggredito con lo spray al peperoncino da un uomo con cui aveva un appuntamento e scippato di una collanina d'oro. Erano stati gli stessi carabinieri ad arrestare il rapinatore, un marocchino di trentadue anni, pregiudicato e senza fissa dimora, e a recuperare il bottino.  

Il 24enne era poi andato in caserma, dove lo aveva raggiunto suo padre, e insieme avevano formalizzato tranquillamente la denuncia. Alle 22.50, il dramma. Il ragazzo avrebbe urlato "vi voglio bene" ai genitori e si sarebbe poi lanciato nel vuoto. 

I carabinieri stanno ora cercando di capire cosa sia successo e se la rapina e il suicidio possano essere in qualche modo collegati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato della collanina d'oro, poco dopo si butta dal balcone di casa: morto un 24enne

MilanoToday è in caricamento