Travolto da un treno in corsa e decapitato: tragedia a Santo Stefano Ticino

Il dramma domenica mattina verso le otto e mezza

Tragedia a Santo Stefano Ticino (nel Magentino) nella mattinata di domenica 14 febbraio 2016. Un uomo di 41 anni è morto dopo essere stato investito da un treno in corsa lungo la linea Torino-Milano, intorno alle otto e venti. Raccapricciante la scena che si è presentata ai soccorritori del 118, intervenuti con un'ambulanza della Croce Bianca di Magenta ed un'automedica: la testa dell'uomo era decapitata.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di Abbiategrasso e i vigili del fuoco di Milano, per i rilievi, oltre alla polizia ferroviaria e ai tecnici di Fs.

A causa della tragedia, la circolazione dei treni è interrotta tra Magenta e Vittuone-Arluno con servizio di bus sostitutivo. Cancellati diversi convogli della linea S6 Novara-Pioltello. Altri subiscono limitazioni di percorso.

Nella serata di sabato, a Lambrate, una tragedia del tutto simile: una donna di 30 anni è deceduta dopo essere stata investita da un treno nei pressi della stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento