rotate-mobile
Cronaca

Meno vincoli alla vendita di armi: passa mozione in consiglio regionale

Vota a favore anche il consigliere del Pd Corrado Tomasi, bresciano. Per il centrodestra è un passo importante per salvare posti di lavoro

La mozione sulla sburocratizzazione dell'export di armi è stata approvata dal consiglio regionale. Hanno votato a favore i consiglieri di tutto il centrodestra ma anche il consigliere del Pd Corrado Tomasi, eletto in provincia di Brescia dove hanno sede molte fabbriche di armi.

Secondo l'assessore alle attività produttive, Mario Melazzini, si tratta di una mozione che va sulla strada giusta. L'assessore ha spiegato che gli oneri burocratici sono oggi troppi a causa dell'applicazione sia del regolamento comunitario sia della legge nazionale, che non sono raccordate provocando appunto controlli e adempimenti troppo onerosi per le aziende, che finiscono con il perdere quote di mercato verso l'estero.

Sulla stessa linea Riccardo De Corato (Fdi), secondo cui la direttiva comunitaria 258 prevede che il rilascio del nulla osta sia regolamentato da un ufficio presso il ministero: "Questo ufficio romano, istituito solo sulla carta ma non ancora operativo, ha creato un danno economico di quindici milioni alla settimana per la sola Val Trompia, che vive di produzione di armi ed esporta il 90% della produzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno vincoli alla vendita di armi: passa mozione in consiglio regionale

MilanoToday è in caricamento