Cronaca

“MS-13”: tre condanne di quasi 10 anni alla gang sudamericana

Primi tre condannati a Milano, membri di una gang sudamericana: tre condanne per tentato omicidio con pene che vanno dagli 8 ai 10 anni di reclusione. Rinviati a giudizio invece due possibili complici

Sono stati tutti condannati a pene comprese tra gli 8 e i 10 anni i componenti della “Ms-13”, una nota gang di sudamericani attiva a Milano, come i Latin King e i Chicago, che in questo ultimo periodo hanno tenuto banco sulle cronache cittadine.

I tre condannati erano accusati di tentato omicidio, poiché provarono ad ammazzare a colpi di machete un ragazzo di una banda rivale durante una rissa. Il giovane all'epoca subì la perdita di un occhio. Per lo stesso episodio, due salvadoregni sono stati invece rinviati a giudizio.

Nel dettaglio il giudice per le indagini preliminari ha condannato a 9 anni e 8 mesi, la pena più grave, Antonio Elkin Cortez Rivas, considerato figura di spicco degli “Ms-13” e ritenuto esecutore materiale del tentato omicidio. 8 anni e 8 mesi sono stati invece inflitti a Mauricio Anselmo Cortez, accogliendo in linea di massima le richieste dell’accusa. 8 anni anche per Barriento Tula, salvadoregno irregolare di 24 anni.

Il 23 settembre, inizierà il processo per i due rinviati a giudizio: due sudamericani arrestati un mese dopo l’aggressione, ma che secondo le indagini vi avrebbero partecipato.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“MS-13”: tre condanne di quasi 10 anni alla gang sudamericana

MilanoToday è in caricamento