Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Porta Venezia / Viale Tunisia

"Non rompete i co***, le multe non le pago": il barista che si oppone ai controlli anti covid

Nei guai il titolare di un bar, trovato aperto all'1.30 di notte. Altri due locali 'colpiti' martedì

Teoricamente avrebbe dovuto chiudere il suo locale più di tre ore prima. Invece, evidentemente senza preoccuparsi delle norme anti covid, ha deciso di restare aperto, "accogliendo" due clienti all'interno. E quando sono arrivati i poliziotti, a loro ha "spiegato" il perché di quella scelta, a modo suo. 

Un uomo di 30 anni, un italiano proprietario di un bar che si trova all'angolo tra viale Tunisia e via Lazzaretto, in zona Porta Venezia, è stato denunciato nella notte tra martedì e mercoledì per oltraggio a pubblico ufficiale ed è stato multato per la violazione delle leggi anti contagio. 

I problemi per lui sono iniziati verso l'1.30, quando una Volante è intervenuta nel suo locale, trovando lui e altri due uomini che stavano bevendo. Quando gli agenti hanno spiegato al titolare che avrebbero dovuto sanzionarlo, l'uomo è andato letteralmente su tutte le furie e spalleggiato da uno dei clienti - un 37enne, anche lui denunciato - ha iniziato a insultare e offendere i poliziotti. 

"Io sto lavorando, tutti lavorano di nascosto ma venite solo da me a rompere i cogl***", lo sfogo dell'uomo, secondo quanto riferito da via Fatebenefratelli. E ancora, sempre rivolgendosi agli agenti: "Piuttosto che multare noi andate ad arrestare i delinquenti, cambiate mestiere. Io non vi do un caz***, fate i verbali tanto non li pago". Alla fine dell'intervento, decisamente movimentato, la Volante ha denunciato il proprietario del bar e uno dei clienti e ha multato tutti e tre. Il locale, invece, è stato "colpito" con un provvedimento di chiusura per cinque giorni. 

Altri due locali multati

Praticamente negli stessi minuti, sempre gli agenti dell'ufficio prevenzione generale della Questura sono intervenuti in un bar narghilè in zona Sempione, al cui interno c'erano il titolare e nove clienti. Anche lì stesso epilogo: sanzioni da 400 euro per tutti e locale chiuso. 

Così come chiusa per cinque giorni dovrà restare una osteria di via Brembo, in zona Brenta, sanzionata nel pomeriggio di mercoledì dagli uomini della Pas. I poliziotti hanno infatti scoperto che all'interno del ristorante c'erano 12 clienti seduti ai tavoli - che saranno multati -, in evidente violazione dell'ultimo decreto anti covid, che ha autorizzato pranzi e cene nei locali ma soltanto negli spazi all'aperto
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non rompete i co***, le multe non le pago": il barista che si oppone ai controlli anti covid

MilanoToday è in caricamento