Cronaca

Doppia fila, le multe a strascico raddoppiano nel 2012

Vigili "scatenati" con lo street control: 17mila contravvenzioni nei primi cinque mesi. Lo slancio dopo la morte del piccolo Giacomo in via Solari

Le chiamano "multe a strascico" perché colpiscono nel mucchio, ma sono molto efficaci per combattere la sosta in doppia fila. E sono raddoppiate nei primi cinque mesi del 2012. Funziona così: sull'auto dei vigili urbani è installata una centralina che serve a raccogliere i dati: il comune ne possiede 20, più altrettante in collaudo. Quando un'auto è in doppia fila, viene fotografata due volte: il primo scatto inquadra la targa, il secondo l'abitacolo vuoto.

Un limite di questo sistema è che, per scattare la seconda fotografia, la pattuglia deve fermarsi e accostare: un'operazione lenta e che comporta la "tripla fila" ad opera proprio dei vigili urbani, che così rischiano di bloccare il traffico. Ed è per questo che, in passato, la multa a strascico veniva utilizzata soprattutto nelle ore non di punta e nelle strade con carreggiate larghe. Il che non impedisce quindi, soprattutto in strade poco trafficate, situazioni assurde come quella che abbiamo documentato di recente in via Tajani.

Lo street control era stato adottato con l'amministrazione Moratti. E aveva prodotto 9.236 contravvenzioni nei primi cinque mesi del 2011. Nei mesi corrispondenti del 2012 sono diventate 17.471, quasi un raddoppio. La speranza è che questo "pugno di ferro" abbia una qualche utilità nello scoraggiare un comportamento giudicato molto pericoloso. Non è un caso che la decisione di usare la linea dura sia stata presa dopo la morte di Giacomo in via Solari: era in bici e venne spinto da una portiera aperta da un'auto in divieto di sosta. Morì travolto da un tram e scioccò tutta la città.

Alcuni sindacati dei vigili chiedono comunque un approccio morbido affinché lo street control non diventi una specie di imboscata. E in effetti lo street control va a colpire indistintamente tutte le "doppie file": quelle pericolose e quelle che non lo sono, quelle di chi sta a cena un'ora al ristorante e quelle di chi sta due minuti per scaricare una merce. Anzi, occorrerebbe chiedersi se lo street control è utilizzato quando - appunto - potrebbe colpire, ad esempio, i furgoni che effettuano costantemente il carico-scarico in doppia fila in determinate strade soprattutto, ma non solo, del centro di Milano.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia fila, le multe a strascico raddoppiano nel 2012

MilanoToday è in caricamento