menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Feste illegali a Milano, ancora maxi multe per oltre 23mila euro

È successo nella giornata di sabato 24 aprile. Nei guai 59 persone

Ancora feste illegali. Ancora multe. È successo nella giornata di sabato 24 aprile quando i carabinieri hanno controllato e sanzionato 59 persone che avevano violato le restrizioni imposte dal governo per contenere l'epidemia da coronavirus. Il totale delle multe elevate è superiore a 23mila euro.

Tutto è iniziato alle 15 quando i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Sammartini a Milano dove erano stati segnalati rumori provenienti da un appartamento. Giunti sul posto i militari hanno accertato la presenza di 9 persone (tra i 21 ed i 54 anni) intente a festeggiare un compleanno. Tutti i partecipanti sono quindi stati sanzionati per la violazione delle normative relative al contenimento del covid-19 compreso il proprietario dell’abitazione, un 51enne.

Alle 17 varie gazzelle sono intervenute in via Padova a Milano dove all’interno di un ristorante erano presenti 31 persone, tutte di origine sudamericana, che stavano festeggiando un compleanno, con tanto di intrattenimento musicale. Il titolare del locale, un 32enne peruviano e tutti i presenti sono quindi stati sanzionati ed il locale chiuso provvisoriamente per 5 giorni per lo svolgimento dell’attività di ristorazione al tavolo non consentita.

Poco più tardi, alle 18:20, in piazza Giussani a Cormano, i Carabinieri della locale Stazione, su richiesta di alcuni residenti della zona, hanno sanzionato un 37enne italiano, titolare di un esercizio pubblico, e due avventori, italiani e di età compresa tra i 35 ed i 38 anni, sorpresi a consumare bevande ai tavolini esterni di pertinenza del locale.

Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda sono invece intervenuti a Pioltello in piazza Mercato ove, all’esterno di un locale sono stati sorpresi 6 giovani, 5 italiani ed un tedesco tra i 18 ed i 23 anni, assembrati in violazione delle norme di imposte per il contenimento dell’emergenza e quindi tutti sanzionati ed allontanati.

Non sono mancati gli interventi anche nel corso della nottata, a San Donato Milanese i Carabinieri della Compagnia sono intervenuti in via Alfonsine in quanto era stata segnalata una rissa in atto tra una ventina di giovani che, unitamente ad altri, si erano radunati in strada in violazione delle norme anti-contagio. All’arrivo sul posto degli operanti, tutti i partecipanti alla rissa sono riusciti a dileguarsi ma sul posto sono stati comunque identificati 7 giovani, assembrati anche se non partecipanti alla rissa, e quindi tutti sanzionati.

Anche in via Revere a Milano, alla 1 di questa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, dopo essere intervenuti in quanto erano stati segnalati schiamazzi provenienti da un’abitazione, hanno accertato la presenza di 4 ragazzi, radunatisi per trascorrere insieme la serata. Tutti i giovani, italiani e di età compresa tra i 17 ed i 23 anni, compreso il locatario dell’appartamento, un 20enne, sono quindi stati sanzionati per la violazione delle normative imposte per il contenimento del contagio da covid-19.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

  • Cronaca

    Fabrizio Corona dai domiciliari lancia uno shop di cannabis light

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento