Cronaca

“Wall of fame”: muri a disposizioni per murales e street art

"Muri degradati trasformati in colorati murales". Questa l'iniziativa voluta dal sindaco Moratti che offre ai writers alcuni muri della città da riempire con murales e street art.

Ha preso il via l'iniziativa "Wall of fame" voluta dal Il sindaco di Milano Letizia Moratti che offre ai writers alcuni muri della città da abbellire con murales e street art. Proprio oggi il sindaco ha incontrato i primi artisti coinvolti nel progetto: il graffitaro Neve (al secolo Danilo Pistone, classe 1986) che sta dipingendo il cavalcavia di via Don Sturzo e nove ragazzi writers colombiani, arrivati da San Patrignano, alle prese con un muro vicino alla loro scuola.

"Milano - ha dichiarato il sindaco Moratti - città del design, dell'innovazione e della creatività apre le sue porte al talento dei giovani artisti, offrendo loro l'occasione di esprimersi, legalmente, trasformando muri degradati in colorati murales". I prossimi muri della città a ricevere una mano di colore e di street art saranno quelli sul retro del Museo della Scienza e della Tecnica, affidati a Kay One, e quelli vicini all'anfiteatro della Martesana dove Pao realizzerà un percorso ludico su vecchi "panettoni" di cemento recuperati e dipinti. "Un intervento di street art - ha sottolineato Letizia Moratti - realizzato nel rispetto delle regole, al servizio di tutti e per tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Wall of fame”: muri a disposizioni per murales e street art

MilanoToday è in caricamento