rotate-mobile
Cronaca Stadera / Via Francesco Brioschi

"Je suis catholique": molti musulmani in chiesa domenica 31

L'appello della Coreis: "Domenica andate alle messe cattoliche". A Santa Maria in Caravaggio tre imam

L'anziano sacerdote sgozzato all'interno di una chiesa in Normadia ha "mosso" le coscienze in tutta Europa. Je suis catholique è diventato il messaggio della settimana. In diverse parrocchie cattoliche, domenica 31 luglio, sono previsti momenti di preghiera e partecipazione comune di diverse fedi religiose. 

A Milano, alla chiesa di Santa Maria in Caravaggio in via Brioschi, si è svolto un incontro di preghiera di tre imam (Muhyiddin Bottiglioni, Abd Al-Hakim Carrara, Abd As-Sabur Turrini), che hanno poi presenziato alla messa delle 11. Presenti anche Asfa Mamohoud (casa della cultura islamica di via Padova) e Maryan Ismail, eritrea e musulmana, ex esponente del Partito democratico.

Non è stato l'unico appuntamento del genere. Altri momenti di preghiera comune si sono celebrati ad esempio a Sondrio e a Brescia. L'iniziativa è stata voluta dalla Coreis (Comunità religiosa islamica italiana), insieme all'Ihei, l'organismo ufficiale dei musulmani riconosciuto dal governo francese. Entrambi hanno invitato i musulmani italiani e francesi a partecipare, domenica 31 luglio, alle messe cattoliche.

A Milano, in diverse altre chiese si è vista la partecipazione di musulmani alle messe mattutine.

"Ci sembra fondamentale - si legge in una nota della Coreis - in questo momento drammatico dare con questo saluto dei musulmani d'Italia un segno concreto di profondo rispetto della sacralità dei riti, dei ministri e dei luoghi di culto del Cristianesimo dove i fedeli e i cittadini ricevono le benedizioni della comunione spirituale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Je suis catholique": molti musulmani in chiesa domenica 31

MilanoToday è in caricamento