rotate-mobile
Cronaca

Ndrangheta, busta con proiettile alla redazione di un giornale milanese

Si tratta del settimanale per il quale Ester Castano segue la cronaca delle infiltrazioni 'ndranghetiste. La giovane cronista è stata premiata a Montecitorio per la giornata Onu contro la violenza sulle donne

Una lettera minatoria contenente un proiettile e' giunta nella redazione di un giornale locale, L'Alto Milanese, dove lavora una giovane giornalista, Ester Castano (intervistata in esclusiva da MilanoToday) che segue la cronaca delle infiltrazioni 'ndranghetiste nella zona, gia' premiata a Montecitorio nell'ambito della Giornata Onu contro la violenza sulle donne. 

Secondo quanto spiegato in redazione la lettera minatoria e' arrivata giovedì mattina, e segue un episodio del 5 dicembre in cui il direttore della testata, un settimanale indipendente,, ha trovato la sua auto parcheggiata sotto il giornale con le ruote squarciate. 

La busta, gialla e imbottita, conteneva un proiettile 9x21, e due foto: quella del direttore, Ersilio Mattioni, e del portavoce di un'associazione antimafia locale, Giampiero Sebri, della Carovana antimafia dell'Ovest Milano. All'interno solo un biglietto d'auguri prestampato. E' stata consegnata ai carabinieri di Magenta (Milano), ma la notizia non è stata diffusa. 

Il direttore e l'esponente del comitato locale sono abituali interlocutori dopo la vicenda che, nell'ottobre scorso, ha portato all'arresto del sindaco di Sedriano (Milano), vicenda seguita con determinazione dalla giovane giornalista, che ha già ricevuto una querela e una diffida per la vicenda.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ndrangheta, busta con proiettile alla redazione di un giornale milanese

MilanoToday è in caricamento