Milano, non rispettano le norme anti-covid: la prefettura chiude dieci negozi

È successo nella giornata di mercoledì, i provvedimenti sono stati varati dalla prefettura

Dieci attività chiuse per cinque giorni. Il motivo? Il mancato rispetto delle normative anti-covid. È quanto ha deciso il prefetto dopo gli accertamenti della sezione annonaria della polizia annonaria di Milano. 

Le chiusure sono scattate nella giornata di mercoledì 7 ottobre e hanno riguardato due parrucchieri, cinque bar, due circoli privati e un centro benessere. Dalla prefettura fanno sapere che "sono in corso di definizione" altri procedimenti nei confronti di altri negozi.

"L’attività di controllo delle forze dell’ordine per il rispetto delle disposizioni governative non si è mai interrotta dall’inizio dell’emergenza sanitaria ed è stata facilitata dai comportamenti rispettosi della maggior parte dei cittadini e degli esercenti — si legge nella nota di corso Monforte —. Anche per i luoghi di lavoro i controlli sono stati costanti. Dal 4 maggio, il Nucleo territoriale ispettivo, coordinato dalla Prefettura, ad oggi ha effettuato un totale di 1.707 controlli: per sole 78 aziende sono emerse violazioni alla normativa Covid-19. Nei confronti di 11 aziende è stato adottato in via cautelare, il provvedimento di sospensione, mentre per altre 19 imprese, sono emerse altre tipologie di violazioni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento