rotate-mobile
Cronaca

Neve nelle carrozze Trenord: se il viaggio è da brividi

Porte lasciate probabilmente aperte "regalano" ai pendolari un insolito ospite all'interno del convoglio: la neve. Accade sul Bergamo-Milano e verso Piacenza

Mentre Trenord ha cercato di diminuire al massimo i disagi dovuti alla neve in Lombardia facendo andare tutti i treni e riuscendo in parte a contenere i ritardi ("Il nostro sistema ha retto: i treni che hanno subìto ritardi oltre i 10 minuti sono stati solo il 10%", dice l'ad Giuseppe Biesuz), su alcuni convogli si è viaggiato al gelo. E non si parla di carrozze dove manca il riscaldamento; ma ghiaccio e neve "veri". 

Le immagini sottosanti, scattate da Vittorio Valle, si riferiscono al treno delle 7.16 da Bergamo per Milano Centrale di mercoledì 1 febbraio 2012. L'apertura prolungata del portellone, infatti, potrebbe aver fatto entrare il ghiaccio.

"I passeggeri hanno avuto il piacere di trovare copiosa neve depositata nei vestiboli delle carrozze - scrive una pendolare, Elisa Negroni -. Chi può aver avuto la brillante idea di lasciare aperte (come credo sia accaduto) le porte delle carrozze consapevole delle attuali condizioni meteo? Mi auguro, da pendolare, che le responsabilità dell'incidente vengano accertate e che vengano adottate adeguate misure affinchè uno spettacolo simile non venga riproposto in futuro".

Vagoni Trenord gelati (foto Vittorio Valle)

E non è stato un problema isolato. Carrozze zeppe di neve sono state segnalate anche sulla tratta Piacenza-Milano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve nelle carrozze Trenord: se il viaggio è da brividi

MilanoToday è in caricamento