rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

I no green pass arrestati a Milano avranno l'obbligo di firma

A processo per direttissima con l'accusa di resistenza aggravata

Obbligo di firma e arresto convalidato. È quanto stabilito per i due no green pass arrestati dopo la manifestazione di sabato 13 novembre. Nei guai un 25enne milanese e un 38enne piacentino, processati per direttissima nella mattinata di lunedì 15 novembre dopo la protesta - illegale - contro il green pass di sabato. 

Al termine del processo il giudice ha deciso di convalidare l'arresto dei due manifestanti e di disporre l'obbligo di firma. Entrambi sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale aggravata. Secondo l'accusa il 25enne si sarebbe scagliato contro un funzionario della Digos provocandogli la lussazione di un dito della mano; mentre il 38enne avrebbe provato a forzare il cordone di agenti in piazza Beccaria.

Dopo la manifestazione illegale di sabato una novantina di persone erano state identificate, due denunciate e tre arrestate. I no green pass, nonostante i chiari divieti, dopo aver lasciato il comizio di Bob Kennedy all'Arco della Pace, si erano riversati verso il centro città, mischiandosi tra i turisti. Nel frattempo, alcune centinaia di manifestanti in piazza Fontana erano state cinturate dai contingenti delle forze dell'ordine fino al loro progressivo deflusso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I no green pass arrestati a Milano avranno l'obbligo di firma

MilanoToday è in caricamento