Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Quarto Oggiaro / Via Carlo Amoretti

Novate, accecato dalla rabbia accoltella l'ex caporeparto: arrestato 45enne

Tragedia sfiorata in un centro commerciale di Novate: un egiziano 45enne, appena licenziato dal reparto di gastronomia, afferra un coltellaccio da cucina e colpisce - tra clienti attoniti - l'ex superiore. La vittima se la caverà

Tragedia sfiorata giovedì pomeriggio al centro commerciale “Metropoli” di via Amoretti a Novate Milanese. A.H., 45enne egiziano, coniugato, da anni in Italia, regolare, ha accoltellato il capo reparto che lo aveva licenziato. Il tutto si è svolto intorno alle 14. L’egiziano, appreso dalla propria agenzia di lavoro interinale che il reparto gastronomia della Ipercoop non gradiva più la sua presenza, per scarso rendimento e problemi relazionali con la clientela, si porta immediatamente all’interno del Metropoli.

L'AGGRESSIONE - Qui trova il capo reparto, 39enne pavese, e lo affronta violentemente, accusandolo di essere la causa del proprio licenziamento. Il capo reparto cerca di allontanarlo, volano ingiurie e minacce, ne nasce una colluttazione. Quando sembra tornata la calma, l’egiziano prende un coltello (nella foto a sinistra) dallo stesso reparto gastronomia e mentre il capo reparto è di spalle da dietro gli vibra un fendente che lo colpisce sulla parte sinistra dell’addome.

PANICO NEL SUPERMERCATO - Il ferito barcolla, cade a terra, ma riesce a rialzarsi; l’egiziano lo vede e gli urla: "Vedo che non ti ho fatto niente… allora aspetta che te ne do un’altra… ". Si scaglia quindi nuovamente contro il ferito, il quale riesce a parare gli altri fendenti utilizzando come scudo una lavagna da esposizione. Le urla dei testimoni mettono finalmente in fuga l’aggressore. I testimoni stessi chiamano prima il 118 e poi i carabinieri di Novate, che raggiungono immediatamente il centro commerciale. L’aggressore viene bloccato ed ammanettato. I successivi interrogatori chiariscono come detto dinamica e movente. La vittima viene ricoverata nell’ospedale di Paterno Dugnano, ne avrà per almeno 30 giorni. L’egiziano è stato tradotto a San Vittore; dovrà rispondere di tentato omicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novate, accecato dalla rabbia accoltella l'ex caporeparto: arrestato 45enne

MilanoToday è in caricamento