Cronaca Via Giuditta Pasta

Apre la nuova biblioteca a Melzo realizzata dalla Teem

Una casa per i lettori da 1.200 metri quadrati con 80.000 volumi sugli scaffali e altri 700.000 libri consultabili

L'esterno della nuova biblioteca

Una casa per i lettori da 1.200 metri quadrati con 80.000 volumi sugli scaffali e altri 700.000 libri consultabili. Aprirà al pubblico alle 11 di sabato la nuova Biblioteca di Melzo (via Agnese Pasta 43) realizzata a costo zero per l’Amministrazione grazie a quattro dei 13 milioni di euro in opere stanziati da Tangenziale Esterna Spa a favore del Comune nel quadro delle compensazioni riconosciute al territorio.

All’inaugurazione, preceduta dal taglio del nastro scandito dalle note della Banca Civica nonché da una visita riservata ai bambini delle scuole, prenderanno parte il sindaco Vittorio Perego, l’assessore alle Infrastrutture Franco Guzzetti, il collega alla Cultura Massimo Del Signore e l’amministratore delegato di Tangenziale Esterna Spa Stefano Maullu.

Il complesso, intitolato, nell’anno del centenario dalla nascita, al poeta lombardo Vittorio Sereni e fulcro del Sistema Bibliotecario Est Milano che fornisce servizi tradizionali e multimediali a 50 Comuni compresi nel quadrante Est-Sud del Milanese, è frutto della riqualificazione ecosostenibile di Cascina Brambilla portata a termine in meno di due anni nel rispetto dell’architettura originaria e nel segno del risparmio energetico. Si tratta, d’altra parte, del primo edificio melzese a essere dotato di un impianto geotermico che, attraverso l’attivazione di pompe di calore, permette di abbattere i consumi del 75%.

La letteratura e la saggistica occupano il secondo e terzo piano, mentre guide, fumetti, cd e dvd sono collocati nel seminterrato. Tutta la Biblioteca risulta arredata con tavoli e sedie progettati appositamente per la lettura.

Lo studio è, invece, facilitato dalla realizzazione, al secondo piano, di una «sala del silenzio». Grazie ai microchip applicati su tutti i volumi, il prestito e la restituzione verrà reso più veloce, preciso e automatico. Il nuovo «Autoprestito» tramite la Carta Regionale dei Servizi permette, del resto, di attingere e restituire volumi con pochi clic in piena autonomia e senza passare dal banco. L’apparato tecnologico accelera, infine, le procedure necessarie per consultare i 700.000 volumi raccolti nelle altre Biblioteche comunali del Sistema Milano Est.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre la nuova biblioteca a Melzo realizzata dalla Teem

MilanoToday è in caricamento