menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona

Nuova richiesta di condanna per evasione fiscale per Fabrizio Corona

Stavolta il tribunale di Milano, come fa sapere L'Espresso con un articolo di Alfredo Faieta, ha chiesto una condanna di un anno e nove mesi di reclusione, che si andrebbero a sommare ai 13 anni già comminati

I guai per Fabrizio Corona sembrano non finire mai. L'ex agente fotografico, recluso nel carcere di Opera già da un anno per scontare i diversi reati per il quale è stato condannato (estorsione, aggressione a pubblico ufficiale, detenzione e spendita di banconote false, trattamento illecito di dati personali), è tornato in aula per l'ennesimo processo.

Stavolta il tribunale di Milano, come fa sapere L'Espresso con un articolo di Alfredo Faieta, ha chiesto una condanna di un anno e nove mesi di reclusione, che si andrebbero a sommare ai 13 anni già comminati. Il reato contestato è infedele dichiarazione dei redditi per gli nni 2007 e 2008.

"A Corona - si legge nell'articolo - viene contestato di non essere riuscito a dimostrare la provenienza di una serie di versamenti effettuati presso alcune banche (Unicredit e Monte dei Paschi) tra i quali uno da 703mila euro. Per l'Agenzia delle Entrate queste somme sono diventate, per induzione, elementi attivi di reddito che, se non dichiarati e senza quindi versare le relative imposte, danno luogo a infedele dichiarazione. Corona ha parlato di 1,4 milioni di euro depositati in due cassette di sicurezza e 'guadagnati facendo serate in discoteca dove mi pagavano 20 mila euro' ad apparizione. Soldi presi in contanti e scoperti poi durante un accertamento".

"L'imputato ha ricordato di aver sempre pagato molte tasse - prosegue l'articolo - e dato lavoro, seriamente, a molti ragazzi nella sua carriera di imprenditore. Ma non si trovano le pezze di appoggio, come si chiamano in gergo amministrativo, e questo rende impossibile documentare il tutto. A Corona vengono contestati maggiori imponibili per 445 mila euro circa nel 2007 e 1,342 milioni nel 2008, che darebbero luogo a imposte non contabilizzate rispettivamente per 343 mila euro (tra imposte dirette e Iva) e 832mila euro".

In aula Corona, visibilmente provato dal carcere, promette battaglia sostenuto dal suo legale che si è detto "esterrefatto e atterrito per questa richiesta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento