Cronaca

Nuove fermate della gialla, autorità accolte da fischi e proteste

Inaugurazione segnata dalle proteste per le nuove fermate M3 fino a Comasina. Contestazione per la mancanza di posti auto e la Rho-Monza. Moratti: si faranno i parcheggi

m3-dergano-1_1Inaugurazione segnata dalle proteste per le nuove fermate della M3, fino ad Affori. Il treno partito da Cadorna alle undici con a bordo le autorità, tra cui il sindaco Letizia Moratti e il viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, è giunto alla nuova stazione di interscambio Ferrovie Nord-Atm di Affori accolto dalle proteste di centinaia di cittadini.

In prima fila, il Comitato per l'interramento della Rho-Monza di Paderno Dugnano che ha esposto manifesti: «Autostrada Rho-Monza. 14 corsie e Pm 10 alle stelle. I Padernesi ringraziano». Numerose anche le bandiere di Pd e Rifondazione Comunista.

"La protesta è solo prelettorale. Non possono lamentarsi. Credo anche che sia gente di fuori perchè la gente di qui sa che le loro abitazioni i loro terreni hanno acquistato molto valore in più grazie all'arrivo della metropolitana". Così il governatore, Roberto Formigoni, sulle proteste ad Affori nel corso dell'inaugurazione delle nuove linee della M3. "Il parcheggio - ha aggiunto Formigoni a proposito delle proteste dei cittadini della zona per la mancata realizzazione del parcheggio di interscambio alla stazione di Comasina - si sa che arriverà, ma questo è un interscambio ferro-ferro, quindi il parcheggio non è un'opera essenziale".


Letizia Moratti è invece stata più possibilista in merito: "Abbiamo realizzato - ha detto - questi tratti importanti con forti investimenti. Adesso, le Ferrovie Nord e l'impresa che è impegnata su questi lavori avranno anche la responsabilità di fare i parcheggi, come è giusto che sia". Una promessa, quindi, che le necessarie infrastrutture d'accompagnamento si faranno, e presto.

Terminati i discorsi di rito ad Affori Fn, è partito il treno inaugurale per due fermate, fino a Dergano. Qui il sindaco, il suo vice Riccardo De Corato, Formigoni, Castelli, gli assessori Raffaele Cattaneo e Giovanni De Nicola, l'ad di Atm Elio Catania e l'ex sindaco Gabriele Albertini sono stati accolti più favorevolmente dagli abitanti del quartiere, che per lo più si congratulavano con le autorità.

I primi veri viaggi della nuova tratta sono partiti intorno alle 13.30, ma bisognerà aspettare la settimana lavorativa per capire l'impatto sul traffico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove fermate della gialla, autorità accolte da fischi e proteste

MilanoToday è in caricamento